Ieri è iniziata ufficialmente la nuova avventura del Siena Fc. I neo calciatori bianconeri si sono ritrovati con Lamberto Magrini e il suo staff all’Atlantico Palace Hotel di Chianciano Terme per un primo contatto di conoscenza.

I tifosi sono in attesa di conoscere i nomi dei primi giocatori che il direttore generale Simone Farina e il direttore sportivo Simone Guerri hanno puntato per consegnare una rosa competitiva all’allenatore umbro.

Proprio due reduci dalle esperienze di Grosseto e San Donato Tavarnelle sarebbero le prime pedine per l’attacco del Siena. Elia Galligani e Filippo Boccardi sono attualmente svincolati dopo la fine dei rispettivi contratti con San Donato e Pistoiese. Farebbero sicuramente al caso del Siena e potrebbero essere utili al gruppo anche per la conoscenza con l’allenatore e il suo modo di lavorare.

Per la corsia destra difensiva i nomi più caldi sono quelli di Morosi, classe 2004, cresciuto nell’Acn Siena con cui esordì in D con Gilardino allenatore, e Leonardi, di cinque anni più grande e già molto esperto a livello di serie D ed Eccellenza nei gironi laziali.

Per la porta è stato blindato Giusti, pratese classe 1997, che ha giocato in C praticamente sempre da titolare nell’Aquila Montevarchi durante le ultime due annate. Nelle prossime ore sono previsti altri arrivi, ma sarà una corsa contro il tempo visto che venerdì 15 alle ore 19 finirà la finestra estiva del calciomercato dilettanti.

La nuova avventura nel campionato di Eccellenza girone B del Siena Fc inizia con grande attesa da parte dei tifosi. La società sta lavorando per costruire una rosa competitiva che possa puntare alla promozione in Serie B. Intanto domenica per la loro prima di campionato, sono ospiti al Romanelli di Borgo San Lorenzo, della Fortis Juventus reduce dalla sconfitta al suo esordio in campionato, con la Nuova Foiano per 3-0, il Siena osservava il turno di riposo. Non si conosce molto di più di questo Siena che riparte da qui dopo  il Tar del Lazio ha infatti confermato la decisione con la quale il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni ha respinto il ricorso proposto dall’Associazione Calcio Robur Siena 1904 Spa contro i provvedimenti di diniego della richiesta di rilascio della Licenza Nazionale per la partecipazione al campionato di Serie C 2023/2024.

Sono stati quindi del tutto respinti i motivi di ricorso di tipo procedurale. Il provvedimento negativo nei riguardi del Siena, secondo quanto fu espresso dai giudici, è dipeso da più ragioni. La società non ha assolto entro il termine perentorio del 20 giugno adempimenti necessari come il deposito della garanzia dell’importo di 350.000 euro, il deposito dell’autocertificazione di pagamento dei debiti nei confronti di Figc, Leghe e società affiliate e la mancata prova dei versamenti Irpef sugli emolumenti dovuti ai tesserati per la mensilità ottobre 2021 e per il periodo gennaio-aprile 2023.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui