Prima partecipazione e prima medaglia (bronzo) per la Pugilistica Giotto ai Campionati Italiani Femminili.

L’ha conquistata a Roseto degli Abruzzi Arianna Sardi (cat. Yout, 63 kg.), battendo venerdì 10 maggio nei quarti di finale la laziale Ginevra Amato e perdendo sabato 11 la semifinale con l’emiliana – poi diventata campionessa italiana – Emma Baruchello.

Dopo 5 incontri vinti da quando ha iniziato a boxare, Arianna ha subito la prima sconfitta.

“Ma sono comunque contenta dell’esperienza fatta. Il primo incontro l’ho disputato al meglio, sicura, in crescendo. In semifinale invece, contro un’avversaria brava e con molta più esperienza di me, non ho saputo variare i colpi, far svoltare il confronto e far valere le mie doti. Mi sono sentita un po’ bloccata, ed è la prima volta che mi succede sul ring. Ma prendo comunque quello che di buono ho fatto in questi due giorni e in tutta la fase di allenamento. Una medaglia l’ho comunque portata a casa, e anche l’esperienza del villaggio comunitario con le altre atlete, mi è piaciuta molto.”

Va anche detto che era la prima volta che Arianna affrontava 3 riprese di 3’ e in due incontri consecutivi, e anche questo può aver pesato, e ci sta pure un po’ di emozione. La qualità c’è, l’esperienza colmerà certe lacune.

Arianna non manca (mai) di esaltare il gioco di squadra:”Sia i tecnici che i ragazzi della Pugilistica Giotto con cui mi sono allenata in preparazione mi sono sempre stati vicini, e anche a Roseto mi hanno fatto sentire il loro appoggio in tutti i modi e li ringrazio.”

Particolarmente soddisfatti per questa prima volta ai Campionati Italiani Femminili sono naturalmente i tecnici della Pugilistica Malevolti e D’Agostino. Soddisfatti sia per Arianna che per un gruppo che complessivamente sta crescendo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui