Il bagno turco è un rituale millenario, che praticavano già le popolazioni antiche a scopi curativi, ricreativi e anche religiosi. Oggi è considerato soprattutto un trattamento di benessere, indicato per rilassarsi e ritemprarsi, ma in realtà comporta diversi benefici anche per la salute.

Che cos’è il bagno turco

I bagni di calore rappresentano una pratica antica, trasversale a molte culture: i romani, per esempio, li utilizzavano secoli fa per ritemprarsi dopo giornate faticose o attività fisiche intense o anche semplicemente per trascorrere il tempo ascoltando musica o leggendo. In Oriente lo sviluppo del bagno turco o hammam è dovuto principalmente all'Islam, che attribuisce grande importanza all’igiene personale e alla cura di sé. Ancora oggi, si tratta di trattamenti molto apprezzati.

Le differenze con la sauna

Apparentemente il bagno turco può sembrare simile a una sauna: si tratta in entrambi i casi di stanze riscaldate in cui ci si deve sedere per un tempo limitato e che generano diversi benefici. Il calore, però, è diverso: nella sauna il calore è secco, in genere generato da rocce calde o da una stufa chiusa, mentre i bagni turchi sono riscaldati dal vapore di un generatore riempito con acqua bollente.
In queste stanze ci sono un’alta temperatura e un’umidità relativa del 100 per cento circa. Caratteristiche del bagno turco sono la classica nebbia e la temperatura stratificata: bassa, a livello del pavimento (20-25° C); di 40° C intorno al metro e mezzo; di 40/50° C all’altezza della testa.

Se fare una sauna può aiutare a rilassare e sciogliere i muscoli, facendo un bagnoturco si possono ottenere ulteriori benefici per la salute. Merito dell’umidità: in genere, queste stanze sono rivestite con piastrelle, vetro o plastica per essere ermetiche e per trattenere l’umidità.
Quando si entra in un bagno turco, probabilmente si noteranno subito delle goccioline sulla pelle a causa dell’elevata umidità. L’aria può anche sembrare densa. Al contrario, le saune sono secche e desertiche, tipicamente realizzate in legno.

I benefici del bagno turco:

⁃ Combatte lo stress

⁃ Riduce l'infiammazione

⁃ Protegge il cuore

⁃ Migliora la circolazione

⁃ Elimina la congestione

⁃ Fa bene alla pelle

1. Combatte lo stress

È risaputo che il bagno turco, così come la sauna, favorisce il rilassamento. Le ragioni non sono certe, ma secondo diverse teorie il calore di un bagno turco aiuta il corpo a produrre endorfine, i cosiddetti ormoni del benessere che aiutano a ridurre lo stress e l’ansia.
Un’altra spiegazione è che una sessione di bagno turco riduce il livello di cortisolo, l’ormone prodotto in risposta allo stress. Quando i livelli di cortisolo diminuiscono, le persone si sentono più rilassate e ringiovanite. Una ricerca ha suggerito che le persone che svolgono occupazioni ad alto stress (come i primi soccorritori o militari) potrebbero ridurre i livelli di stress attraverso i bagni di calore.

2. Riduce l’infiammazione

Il bagno turco è molto indicato per aiutare a ridurre l’infiammazione sistemica: si tratta di un grande beneficio se si considera che le malattie infiammatorie croniche sono la causa di morte più significativa al mondo. Per esempio, uno studio ha dimostrato che frequenti bagni di calore hanno contribuito a diminuire la quantità di proteina C-reattiva (CRP), un importante marcatore ematico di infiammazione sistemica.
Un’altra ricerca ha suggerito che la diminuzione dell’infiammazione può essere uno dei motivi per cui questi trattamenti sono associati a un ridotto rischio di condizioni di malattia sia a breve sia a lungo termine. Un altro studio ha suggerito che le pratiche che elevano temporaneamente la temperatura corporea e quindi riducono l’infiammazione possono essere particolarmente utili per le persone che hanno limitazioni fisiche o cognitive che impediscono loro di impegnarsi in un regolare esercizio fisico.

3. Protegge il cuore

Secondo alcune ricerche, durante il bagno turco, il corpo di alcune persone rilascia ormoni che modificano la frequenza cardiaca, fra cui l’aldosterone, che regola la pressione sanguigna. Questo è uno dei motivi per cui il bagno turco fa sentire rilassati e al tempo stesso per cui potrebbe anche proteggere la salute cardiovascolare. Uno studio del 2021 ha rilevato che effettivamente i bagni di vapore possono potenzialmente migliorare la funzione cardiaca riducendo la pressione sanguigna nelle persone sane.

4. Migliora la circolazione

Il bagno turco è benefico anche per la circolazione. Uno studio ha rivelato che il calore umido migliora la circolazione, specialmente nella parte inferiore delle gambe, e una migliore circolazione può portare ad abbassare la pressione sanguigna e a un cuore più sano. Può anche promuovere la guarigione del tessuto cutaneo, che è nelle persone anziane può danneggiarsi facilmente.

5. Elimina la congestione

I bagni turchi creano un ambiente che riscalda la mucosa delle vie respiratorie e favorisce la respirazione profonda. Di conseguenza, può sciogliere la congestione all’interno dei seni paranasali e dei polmoni, almeno temporaneamente, alleviando disturbi come naso tappato, male alla testa, irritazione alla gola, tosse.

6. Fa bene alla pelle

Grazie al calore del bagno turco, i pori cutanei si aprono e favoriscono l’espulsione delle tossine intrappolate sotto la cute. La condensa calda risciacqua via lo sporco e la pelle morta che può portare a sfoghi. Di conseguenza, al termine si potrebbe avere una pelle più chiara e uniforme. Siamo arrivati al termine anche di questo appuntamento. Vi auguriamo un buon allenamento, sperando che questi consigli possano tornarvi utili per la vostra attività fisica e il vostro benessere.

Vi aspettiamo la prossima settimana con un nuovo approfondimento.